Mattina di marzo

I giorni volano quando tutto va bene o, meglio dire,  ti sembrano accettabili quando la normalità scorre senza evidenziare momenti particolari. Ti svegli, pensi alla giornata, a quello che farai, a dove dovrai andare e aspettando che il caffè venga su nella caffettiera ascolti il notiziario senza neanche far granché caso alle notizie, tanto sono sempre uguali: se non è un delitto é un altro, se non é colpa dell’uno è dell’altro. Poi la voce alla radio comincia a sparare  – Giappone…terremoto… non ci sono vittime certe, per il momento, …8.9…tsunami… Per un momento ci credi anche che persone siano riuscite a sopravvivere perchè in Giappone costruiscono con sistemi moderni, antisisma, Loro sono abituati, hanno esperienza ma la parola TSUNAMI  lascia in po’ perplessi perchè la gigantesca onda che arriva dal mare dopo il risucchio non è che ti dà molte possibilità di fuga… Allora si aprono nella testa scene apocalittiche e sai con certezza che la mattina che è iniziata non è quella di un giorno qualunque e invece vorresti che lo fosse.

Annunci

One thought on “Mattina di marzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...