Calcio, uguaglianza, diritti

Non vedrò la partita perchè non mi piace guardare le competizioni sportive in generale. Sentirò comunque quello che sta accadendo dalle grida di incitamento, di recriminazione, di gioia o di sconforto che provengono dalle finestre aperte delle case intorno. La vittoria o meno sarà accompagnata da un SSsssììììì o un Noooh. Poi potrà esserci il carosello di auto e clacson, bandiere e trombe oppure il silenzio totale. Non è importante quello che succederà.

 

…Quanto al resto, e benché ci tenga a inquadrare una partita di calcio per quello che è e non per quello che si vorrebbe che fosse, non posso ignorare che l’intero Paese si scopre vincente e felice di essere multietnico ( in Nazionale, meno di Germania e Inghilterra, peraltro). Pensando alla Bossi- Fini, vorrei che l’affetto, la dignità e i diritti che si riconoscono a Balotelli quando fa due gol ci fossero anche quando non li fa e si estendessero pure a un fioraio dello Sri Lanka, a un pizzaiolo egiziano, a un ghanese che lavora nell’altoforno in Valcamonica. Detto questo, suerte, ragazzi. Ce la potete fare.

Gianni Mura su Repubblica di oggi

Cenerentola di Mauro Biani

Annunci

One thought on “Calcio, uguaglianza, diritti

  1. Non riesco ad essere d’accordo. Purtroppo l'”animale” uomo è fatto così e non si può pretendere di educarlo in questo modo. Questa particolare situazione aiuterà a migliorare il comportamento di certi cittadini. E ne gioiremo tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...