Notte di sortilegi

erbe di S. GiovanniNella notte in cui si festeggia S. Giovanni può succedere di tutto; si dice  che questa è la notte dei sortilegi e che si possono ottenere da un fiore risposte decisive sul nostro destino, che possiamo trovarci innamorati senza sapere  perché e come oppure, se non si é particolarmente romantici, possiamo  proteggere dalle tignole il nostro guardaroba spruzzandolo con la rugiada. Nel calendario la festa del santo cade tre giorni dopo il solstizio d’estate, momento dell’anno  che era nell’antichità  legato al culto del Sole, adorato come divinità che dà luce e vita; la tradizione cristiana si è fusa  a quella pagana riprendendo credenze, pratiche scaramantiche e usanze che si erano radicate nei secoli.

Per onorare il Sole, anche la notte si accendeva di luci: lunghe processioni con le torce illuminavano le campagne,venivano preparati fuochi e falò che allontanavano gli influssi malefici e che, guarda caso, servivano a scacciare le streghe perchè il fuoco simboleggia la purificazione e, forse il motivo più importante, era di buon auspicio per preservare i raccolti. Una notte vista come il passaggio fra due cicli temporali , un passaggio che si apre fra realtà e sogno: una notte  di veglia, una notte magica come è stata descritta nella commedia “Sogno di una notte di mezza estate” di Shakespeare in cui può accadere di tutto… Continua a leggere

Annunci