Auguri…

Immagine

...di buon Natale!

…di buon Natale!

Annunci

L’inizio

Che dire del vecchio anno? E’ stato. Che aspettarsi per il nuovo appena iniziato? Non ho desideri particolari e in questo momento ho troppo sonno per pensare a come vorrei che fosse ma… sarà. A tutti un augurio: che il 2012 sia come desiderereste che fosse.

P. S.   A causa di un problema tecnico e della fretta gli auguri arrivano un pochino in ritardo ma comunque profondamente sinceri.

Primo giorno di maggio

Se si escludono istanti prodigiosi e singoli che il destino ci può donare, l’amare il proprio lavoro (che purtroppo è privilegio di pochi) costituisce la migliore approssimazione concreta alla felicità sulla terra: ma questa è una verità che non molti conoscono.

La chiave a stella – Primo Levi

Ieri era il 1° maggio, festa di tutti i Lavoratori: di quelli che lavorano, che hanno lavorato, che vorrebbero lavorare e di quelli che non hanno ancora mai lavorato.

P.S.  Origini della Festa Del Lavoro e dei lavoratori    ( ••• )

Happy New Year

Non so cosa è successo a voi nel 2010 ma ogni anno spero sempre che l’anno che viene sia migliore. Sul balcone, nonostante il freddo, i ponteggi  che le toglievano la poca luce che c’è in inverno, la neve e il vento, la rosa è fiorita e mi sembra di buon augurio per l’anno nuovo. In questo momento spero solo che non la incenerisca un botto lanciato per festeggiare il 2011. Sarebbe un vero peccato finire simbolicamente prima ancora di iniziare senza sapere quello che accadrà…

AUGURI!!!

Stasera arriva la Befana

La Freccia Azzurra

La freccia azzurra è un film d’animazione del 1996 di Enzo D’Alò, ispirato (molto liberamente) dal libro La freccia azzurra di Gianni Rodari, del 1964.

È il primo lungometraggio dello studio di animazione Lanterna Magica, e costò ai suoi autori quasi quattro anni di lavoro.

Entrando nel sito Lanterna Magica si puo’ anche giocare e tornare un po’ bambini…

31 dicembre 2009

Con l’augurio che il 2010 sia un anno sereno e siccome sarà notte di plenilunio si può approfittare per compiere un piccolo rito.

Ogni notte di luna piena, quella in cui il plenilunio è al culmine, è magica e speciale. Infatti, secondo un’antichissima credenza anglosassone, la Luna Piena viene detta la Luna dei Regalini. Bisogna guardarla fissa, in silenzio per qualche secondo, concentrarsi e poi sussurrare senza farsi sentire da nessuno: “Luna Luna dei Regalini, fammi questo regalino…”.
Poi bisogna esprimere mentalmente un desiderio e subito dopo fare alla Luna un piccolo inchino, anche solo con il capo.
Questo piccolo rito va ripetuto per tre volte, perché la Luna è generosa e i regalini-desideri concessi sono ben tre; almeno uno dovrebbe avverarsi.”

Da Placida Signora  La luna dei regalini- 3 gennaio 2007