Bellezza del cavolo

Ci sono momenti in cui mi devo proprio fermare perché quello che sto vedendo è qualche cosa di grande. Accosto l’auto cercando di non finire nel fosso, scendo cercando a tastoni  la macchina fotografica nella borsa. Mattina di nebbia, non fitta fitta ma quel tanto che basta per sentirmi lontano anche se la strada provinciale è poco distante in linea d’aria. Lì, accanto alla bealera con pochissima acqua, si allarga un campo di grassi, turgidi, colorati… cavoli.

Bellissimi! Allineati ma non rigidi; una patina cerosa ricopre  quelli a foglia liscia mentre i verdi, i cavoli verza per intenderci, hanno foglie spesse e bollose. Mi sono avvicinata per fotografare meglio…

La scoperta di un piccolo universo di luce e colore è valsa la sosta.

Annunci

Colori dell’inverno

In questo periodo avrei molti , moltissimi , troppi spunti per scrivere quello che penso. Non voglio farlo. Né posso ignorare quello che capita nel mondo  perchè ogni giorno c’è un motivo in più per pensare di vivere nello  stato libero di Bananas, perciò non potendo fare a meno del mio blog e non volendo trascurarlo mi dedicherò ad argomenti  più contemplativi. Ad esempio l’osservazione di quanti colori esistano in questa stagione invernale  e di come, se pure in anni lontani ed in un ambiente molto diverso da quello in cui vivo, vengano descritti da Thoreau.

Inverno pittore

È straordinario pensare a quale varietà di colori
ben distinti possa offrirci l’inverno, e ciò usando
di tante poche tinte, se così vogliamo chiamarle.
La limpidezza e la purezza particolarissima dei
colori rappresentano probabilmente il fascino
maggiore di una passeggiata invernale.
C’è il rosso del cielo al tramonto, e della neve
di sera, e dei lembi di arcobaleno durante il
giorno, e delle nuvole basse.
C’è l’azzurro del cielo, e dei riflessi dell’acqua,
e del ghiaccio e delle ombre sulla neve.
C’è il giallo del sole e del cielo crepuscolare al
mattino e alla sera e del carice (o color paglierino
che, diviene brillante se, a sera, viene illuminato
sull’orlo del ghiaccio) e tutti e tre nei cristalli di brina.
E poi i colori secondari, ecco il porpora della neve,
in mucchi e sulle cime delle colline, sui monti,
delle nuvole serotine.
Il verde dei sempreverdi, del cielo e del ghiaccio
e delle acque quando scende la sera.
L’arancione del cielo di sera.
Il bianco della neve e delle nuvole e il nero delle
nuvole stesse, delle acque agitate, dell’acqua che
s’infiltra nel sottile strato di neve sul ghiaccio.
Il ruggine, il marrone e il grigio dei boschi di
alberi decidui.
Il bruno fulvo della terra nuda.

H. D. Thoreau

… E questo è il mio inverno a colori

 

Autunno

Mattino d’autunno

Che dolcezza infantile

nella mattinata tranquilla!

C’è il sole tra le foglie gialle

e i ragni tendono fra i rami

le loro strade di seta.

(F. G. Lorca)

I colori dell’autunno, che inizia ad esibirsi, sono una tentazione troppo forte e non approfittarne per catturarli scattando fotografie sarebbe un peccato.

Buon fine settimana.

Colori

 

La conoscenza dei colori è iniziata nella cucina della vecchia casa dove sono nata: un azzurro pallido nella parte inferiore del muro e un giallino tenue nella parte sovrastante, il cuscino a fondo bianco con  fiorellini rosa e rossi del mio seggiolone, le tendine scozzesi con colori che di sicuro non conoscevo per nome.  E il gioco  consisteva nel vederli diversi con la diversa luce del giorno. Amare i colori e catturarli nei miei pasticci cromatici è un modo per sfogare la neccessità di fare quello che mi passa per la testa, senza farmi troppi problemi. Ho deciso di cominciare a sistemarli da qualche parte, così… tanto per ricordo.

Clic

 



di  Kathrin Jebsen- Marwedel


Gironzolando con la pioggia

Mi piace l’autunno, la pioggia, la sera che accende le luci nelle strade e amo la mia città di un amore incondizionato. Mi piace camminare e scoprire ogni volta luoghi che conosco. Mi piace trovare i colori di questa città, colori che cambiano nelle diverse ore del giorno e con il cambiare delle stagioni e quando piove  è più …bella. Dipende dai tuoi occhi.