Tanti di questo lunedì

Svegliarsi e iniziare la giornata è l’attività che mi pesa di più, se poi il giorno è anche un lunedì è ancora più faticoso. Oggi c’era il sole e una bella, calda luce entrava dalla finestra aperta al mattino, le rondini garrivano e il cielo… non so come fosse il cielo perchè il mattino sono poco reattiva e accorgermi di tutto mi è impossibile fino al primo caffé.

Mi sono ricordata che oggi sarebbe stata in ogni caso una giornata importante e di attesa…

… L’attesa è finita ed è proprio uno stupendo, nuvoloso pomeriggio di lunedì.

Tantissimi lunedì come questo a tutti, tutti tutti.

Annunci

Festeggiare i 150 anni dell’Italia

Ci sono uomini che cambiano bandiera, che sono intolleranti perchè non si sforzano di pensare o forse sono proprio incapaci di farlo, che sono arroganti e pensano che l’unico modo di vivere si basa sulla prepotenza e sul comportarsi da più furbi, che sono convinti che si può ottenere qualsiasi cosa solo perchè appartieni ad una religione, ad un partito, ad un luogo di nascita.

Io penso il contrario e ho esposto la bandiera per festeggiare quelli che sono come me e, dalle bandiere che vedo, mi sembra che ci siano tanti Bastian contrari.

Torino 17 marzo 2011

 

Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore

Il 23 aprile è sicuramente la data più significativa che si potesse scegliere per sensibilizzare e promuovere alla lettura e alle attività ad essa legate. Nell’anno 1616, in questo  giorno, sono morti tre grandi della letteratura mondiale come William Shakespeare, Cervantes e l’ Inca Garcilao de la Vega. Sempre il 23 di aprile, in anni  diversi, sono nati e morti altri autori quali Maurice Druon, Vladimir Nabokov e Josep Pla. Simbolicamente questo giorno è il più appropriato e l’ UNESCO lo ha eletto a Giornata Mondiale del Libro e del diritto d’Autore fin dal 1996. Il libro è uno strumento che contribuisce ad aumentare i rapporti e la conoscenza tra uomini di epoche diverse, di tradizioni e culture differenti ed è un mezzo di espressione che favorisce la possibilità di consolidare e realizzare una sempre maggiore e più ampia apertura di idee nella comunità umana.

È un viaggio per viandanti pazienti, un libro.

Alessandro Baricco, I Barbari, 2006

Formaggio per tutti i palati

Un appuntamento di fine estate che si tiene a Bra,  nel cuore del cuneese agricolo , è la rassegna  Cheese ;  ideata da Slow Food in collaborazione con il Comune, è la più grande manifestazione internazionale dedicata al formaggio.  Chi, come me , non ha potuto partecipare a questa festa del gusto può consolarsi pensando che potremo partecipare la prossima volta, essendo un evento che ha cadenza biennale .

rsz_cheese (…) Appena entrai nel negozio dei Trencom si percepiva un odore straordinario. L’aria era impregnata di profumo di formaggio, come se le pareti e il soffitto fossero fatti di grandi fette di emmental color panna. La prima volta in cui clienti o guide varcavano la soglia,venivano per un attimo bloccati dall’intenso profumo. Non era sgradevole — tutt’altro — ma ci voleva più di un minuto perchè l’olfatto si adattasse ad un così brusco cambiamento…. Lungoentrambe le pareti del negozio si stendevano dei banconi di marmo con schermi di vetro ed ottone per proteggere i formaggi. Continua a leggere

Notte di sortilegi

erbe di S. GiovanniNella notte in cui si festeggia S. Giovanni può succedere di tutto; si dice  che questa è la notte dei sortilegi e che si possono ottenere da un fiore risposte decisive sul nostro destino, che possiamo trovarci innamorati senza sapere  perché e come oppure, se non si é particolarmente romantici, possiamo  proteggere dalle tignole il nostro guardaroba spruzzandolo con la rugiada. Nel calendario la festa del santo cade tre giorni dopo il solstizio d’estate, momento dell’anno  che era nell’antichità  legato al culto del Sole, adorato come divinità che dà luce e vita; la tradizione cristiana si è fusa  a quella pagana riprendendo credenze, pratiche scaramantiche e usanze che si erano radicate nei secoli.

Per onorare il Sole, anche la notte si accendeva di luci: lunghe processioni con le torce illuminavano le campagne,venivano preparati fuochi e falò che allontanavano gli influssi malefici e che, guarda caso, servivano a scacciare le streghe perchè il fuoco simboleggia la purificazione e, forse il motivo più importante, era di buon auspicio per preservare i raccolti. Una notte vista come il passaggio fra due cicli temporali , un passaggio che si apre fra realtà e sogno: una notte  di veglia, una notte magica come è stata descritta nella commedia “Sogno di una notte di mezza estate” di Shakespeare in cui può accadere di tutto… Continua a leggere

Poco distante…

Peonie , peonie e hosta

cesto di peonieIl sabato è un bel giorno,  lo dice anche Leopardi che poi lo fa finire in tristezza, e non c’è niente di meglio che cercare di fare quello che ti piace di più: andare per vivai, visitare orti botanici e scoprire piante da coltivare è tra le passioni che mi riservo nel giorno preferito.

Saputo che in questi giorni i Vivai delle Commande sarebbero stati aperti al pubblico per festeggiare la fioritura delle peonie erbacee ne ho subito approfittato.Vivai delle Commande

Questo giardino- vivaio si trova in un angolo molto bello della campagna piemontese, quasi insospettato da chi arriva da Torino, e regala una stupenda raccolta di peonie con colori che fanno desiderare  di  possederle tutte, inoltre ho scoperto che si coltivano le Hosta , piante erbacee, un tempo usate come bordure  nelle aiuole dei giardini in ombra e che amo particolarmente ; il pregio più grande, oltre all’adattabilità,è la forma e il colore delle foglie e ne possiedo già alcune  che riempiono i vuoti alla base delle ortensie.

La visita mi ha ampiamente soddisfatta e spero che i miei acquisti botanici si ambientino dove li ho sistemati.

IL 23 e 24 maggio  ci sarà la possibilità per gli amanti delle peonie di godere di una fioritura di varietà erbacee, arbustive tardive e di nuovi ibridi al vivaio G&G Buffa a Poirino(To).

Altre informazioni in www.vivaiobuffa.com

Parlando di fiori

Castello di Pralormo

Il parco del  Castello di Pralormo (Torino) è l’unico in Italia dedicato ad una quasi esclusiva fioritura di tulipani , fioritura che raggiunge il massimo durante la mostra annuale di Messer Tulipano. giallo con ape

La spettacolare esposizione botanica , che dà spazio anche ad altre bulbose come muscari , narcisi ,iris  , esalta  tulipani stellati, a fiore di giglio, pappagallo, sfrangiati, profumati ; i bulbi arrivano dall’Olanda e vengono piantati ai primi freddi , mentre quelli dell’anno prima , tolti dal terreno, sono interrati nel bosco .

Passeggiando in questo parco storico si scoprono angoli suggestivi esaltati dalla realizzazione dello studio progettuale;  si rifà allo stile paessaggistico inglese in voga negli anni di ralizzazione ( 1820)  su progetto dell’architetto Xavier Kurten ,rimaneggiato    con  l’ inserimento di migliaia di bulbose  che sottolineano le prospettive e gli scorci .

Messer  Tulipano inizia sabato 28 marzo e terminerà il 3 maggio.

La  mostra è ormai teminata e per sapere  quello che ci siamo persi si puo’ curiosare nel blog di giardinofiorito

tulip_fest_08____19_by_green_bear1