L’analfabeta politico

Il peggior analfabeta è l’analfabeta politico.

Egli non sente, non parla, né s’interessa

degli avvenimenti politici.

Egli non sa che il costo della vita,

il prezzo dei fagioli

del pesce, della farina, dell’affitto

delle scarpe e delle medicine.

L’analfabeta politico è così somaro

che si vanta e si gonfia il petto

dicendo che odia la politica.

Non sa l’imbecille che

dalla sua ignoranza politica nasce la prostituta,

il bambino abbandonato, l’assaltante

e il peggiore di tutti i banditi

che è il politico imbroglione,

il mafioso, il corrotto,

il lacchè delle imprese nazionali e multinazionali.

B. Brecht

( ••• )

Annunci