Gatti, merli e…

Quando ho attraversato la strada dicendo che lo avrei comprato non mi hanno presa sul serio.

Ogni primavera per Vito, il micio di famiglia, inizia un brutto periodo. I merli si riproducono e questo è naturale e inevitabile per loro, poi però iniziano le lezioni di volo per i piccoli e in ogni nidiata viene generato un/a merlottino/a che manifesta o limitate capacità di apprendimento per il volo o ha una spiccata tendenza per l’indipendenza senza essere in grado di esprimerla totalmente. Siamo solidali con mamma e papà merlo, come genitori ci rendiamo conto che è un momento di transizione e che passerà munendosi di comprensione e pazienza ma…  questo non significa che il nostro amato gatto NON possa più mettere un baffo fuori dalla porta di casa!

Ogni volta che ci prova una sequela di striduli richiami merleschi assalgono Vito che si ritrae senza reagire, se trova un briciolo di coraggio per fare qualche timido passettino il maschio nero e pennuto comincia a saltellare su e giù sulla ringhiera del balcone e la resa del gatto è totale. Vito esce solo più quando scende la notte. Con i due pipistrelli che volano in cerchio nel cortile pare non ci siano attriti.

A volte, dipende dalle nidiate, anche le tenebre non aiutano il nostro gatto perchè c’è comunque il merlottino indipendente che tira a fare tardi con genitori ansiosi e iperprotettivi che non lo mollano finchè non ha raggiunto un ramo alto e un riparo a prova di predatori (categoria a cui Vito di sicuro non appartiene).

Io voglio bene a Vito e mi dispiace che la sua autostima ne risenta.

Quando su quella bancarella ho visto quegli oggettini colorati ho pensato che sarebbero serviti per confondere anche i merli.

Ho comperato un fischietto di terracotta: con la forma di un uccellino. Si mette dentro un po’ d’acqua e si soffia, il suono che ne esce è un cinguettio così fastidioso che, ho pensato, anche i merli ne saranno irritati e gireranno alla larga almeno dal balcone dove Vito finalmente potrà prendere un po’ d’aria.

Morale. Ai merli del mio fischiettare non importa. Il gatto  (felino ma pacifista) scappa appena lo sente. Le figlie mi dicono che sono grande (per età) e mio marito scuote la testa.

Però un risultato l’ho ottenuto. Fischiando fischiando adesso in cortile ci sono anche i rapaci!

Annunci

“Primavera è anche questo”

Di mattina di pomeriggio quando si aprono le finestre o la porta- finestra del terrazzo quando si esce per strada e si cammina e si è accompagnati dal chiocciolio sommesso dei merli nascosti dovunque a cantare la loro canzone dentro le chiome degli alberi o nei cespugli o tra le frasche o appollaiati sulle antenne della televisione.

Ippolito Pizzetti

Robinson in città – Vita privata di un giardiniere matto

Sarà colpa della moda

 

il glicine in terrazzaAnche le piante sono inconsapevoli protagoniste di momenti di successo: alcuni generi salgono alla ribalta e tra incroci e rimaneggiamenti genetici continuano a brillare con la loro presenza, altri scompaiono dai nostri giardini e se ne perde l’uso e la memoria per comparire dopo alcuni annicome revival. A volte è una scelta legata Continua a leggere